ieri mattina sul presto mi raccontava un’interessantissima nonna in hotel – io sono portiere – di questo suo viaggio finalmente solitario da Verona a Bari, per la prima volta… tra le cose dette le raccontavo del mio modo di viaggiare e mi fa ‘lei ha capito tutto, lei è giovane’… sul capire tutto avrei un pò di dubbi e l’esser giovane non è di questo periodo, intendo mentalmente, però le ho sorriso e mi ha emozionato molto… una cosa è assolutamente vera, quando viaggio per non so dove per brevi periodi sono l’uomo più giovane della Terra, la mia mente finalmente muore, cioè io finalmente vivo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.