non pensate sempre a sto cazzo di sesso… guardate che bellezza, che sottile furore… ho conosciuto e conosco gente che pensa solo a scopare, sono una palla micidiale, gente noiosissima, la classica che non sa vedere tutta la magia e la varietà dell’esistenza…

mi sbagliavo in qualche post precedente, scrivevo di essere stato amato una sola volta, ho scritto una cazzata… ricordate quando ci si dice ti amo da morire, sei la mia vita, sei la mia gioia, ti amerò per sempre, sei la cosa più importante per me, nessuno mi capisce più di te e così via… l’intento del cuore è questo, finché la realtà non dimostra tutto il contrario… l’amore è come il Big Bang, un’esplosione pazzesca, poi si stabilizza, si raffredda, infine come tutte le cose muore… come il Big Bang l’amore è chimica, solo chimica… fate finta che esista, in fondo siamo sognatori… pensate a quando vi siete innamorati di nuovo, il nuovo amore pare sempre più grande di quello vecchio e del vecchio amore (per cui siete stati tanto male), non ve ne frega già più niente…

per il vostro bene non permettetevi mai di ritornare al passato, cancellate tutto definitivamente… le cose che si ripetono hanno perso l’origine, il senso che avevano un tempo il tempo il senso lo ha modificato o cancellato… nulla torna dalla morte, neanche l’amore… sempre che amore sia stato…

godete della solitudine, non certo per essere liberi di scopare con tutti, ma per conoscere meglio voi stessi e rendervi migliori…

quando sono solo rifletto molto su me stesso per migliorarmi, a volte sono bravo tante volte no… la frase più deficiente che abbia sentito ‘hai tanti difetti, ma veramente tanti’ detta da una persona razzista convinta della sua inarrivabile grandezza mi ha fatto capire che pochi o tanti sono proprio quelli che ti fanno amare da qualcuno… è facile, ami perché accetti i difetti che tutti gli altri non sopportano… eppure nessuna donna mi rende veramente felice quanto il mio istinto… o solo o in compagnia se lui mi spinge io mi butto… nella vita… ed è sempre gioia, spensieratezza, libertà… tenendo presente chi ho amato l’ultimo dei miei desideri è l’amore, invece amerei diventare un uomo migliore…

chiaramente gli ignoranti per antonomasia, i giornalisti, devono terrorizzare, è il loro mestiere per conto del potere… io la trovo una grande opportunità… di essere meno occidentali… è una regressione evolutiva!

l’unico regalo non incartato che mi è stato fatto in un anno e mezzo è stato questo, grazie, troppo amore… ci ho messo vent’anni per combattere e vincere l’ansia e mo si ricomincia… per fortuna la mia autoironia mi salva sempre dalla crudeltà della gente… chi come me ne soffre eviti gli esperti, non ci capiscono un cazzo di niente! Ricorda, più ti muovi più ti agiti…

l’ho sempre saputo e lo saprò sempre che la causa delle mie sofferenze sono io, solo io, non gli altri, se continuo a scegliere le persone o le cose sbagliate

in un rapporto dò tutto il mio essere, in ogni forma… ci ho provato e riprovato con tutte le forze, niente… di un lungo anno e mezzo non riesco a ricordare mezza cosa bella… o ami o menti! fa veramente una tristezza immensa

avete mai sentito un solo giornalista prendere a cuore la tragedia planetaria dei cambiamenti climatici? è più importante Draghi delle sorti del pianeta? Non credo proprio!

un giornalista non lavora per la verità, è una ‘cosetta’ di cui non si cura minimamente, non ha una mente propria, scrive e dice ciò che gli viene ordinato dal potente di turno… a che serve un giornalista?

non auguro a nessuno una storia brutta e dolorosa come la mia, mi auguro per voi che chi vi sta accanto vi voglia bene sul serio e vi rispetti…