mi sbagliavo in qualche post precedente, scrivevo di essere stato amato una sola volta, ho scritto una cazzata… ricordate quando ci si dice ti amo da morire, sei la mia vita, sei la mia gioia, ti amerò per sempre, sei la cosa più importante per me, nessuno mi capisce più di te e così via… l’intento del cuore è questo, finché la realtà non dimostra tutto il contrario… l’amore è come il Big Bang, un’esplosione pazzesca, poi si stabilizza, si raffredda, infine come tutte le cose muore… come il Big Bang l’amore è chimica, solo chimica… fate finta che esista, in fondo siamo sognatori… pensate a quando vi siete innamorati di nuovo, il nuovo amore pare sempre più grande di quello vecchio e del vecchio amore (per cui siete stati tanto male), non ve ne frega già più niente…

per il vostro bene non permettetevi mai di ritornare al passato, cancellate tutto definitivamente… le cose che si ripetono hanno perso l’origine, il senso che avevano un tempo il tempo il senso lo ha modificato o cancellato… nulla torna dalla morte, neanche l’amore… sempre che amore sia stato…

quando sono solo rifletto molto su me stesso per migliorarmi, a volte sono bravo tante volte no… la frase più deficiente che abbia sentito ‘hai tanti difetti, ma veramente tanti’ detta da una persona razzista convinta della sua inarrivabile grandezza mi ha fatto capire che pochi o tanti sono proprio quelli che ti fanno amare da qualcuno… è facile, ami perché accetti i difetti che tutti gli altri non sopportano… eppure nessuna donna mi rende veramente felice quanto il mio istinto… o solo o in compagnia se lui mi spinge io mi butto… nella vita… ed è sempre gioia, spensieratezza, libertà… tenendo presente chi ho amato l’ultimo dei miei desideri è l’amore, invece amerei diventare un uomo migliore…